PITA CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE

Vegetarian

Il suo nome è avvolto dal mistero, la parola pita potrebbe derivare dal greco, dall’ebraico, dall’aramaico o dal rumeno arcaico. Pizza, piadina e fatteh ne sono diretti discendenti. Di origini antichissime, la sua diffusione attraversa tre continenti legati dal mar Mediterraneo e uniti nel piacere di fare la scarpetta. La pita è, infatti, il pane utilizzato per raccogliere salse e sughi. Il mio accostamento preferito rimane con l’hummus, ma la troviamo sempre presente ad avvolgere falafel, shawarma, kebap, tzatziki, kasar e halloumi.

Preparazione 10 min
RIPOSO 30 min
Cucina Mediorientale
Porzioni 10 pezzi

Ingredienti
  

  • 750 g di farina 0
  • 400 ml acqua
  • 180 g di esubero di pasta madre
  • 30 ml di olio extravergine d'oliva
  • 18 g di sale
  • 1 g di bicarbonato di sodio

Istruzioni
 

CON PLANETARIA

  • Per preparare la pita con esubero, munisciti di una planetaria con gancio. Inserisci l'esubero, l'acqua e la farina. Impasta a velocità minima.
  • Aggiungi ora il sale,il bicarbonato e l'olio extravergine, aumenta la velocità a e continua a d impastare fino ad incordatura.
  • Copri l'impasto con pellicola e lascialo riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.
  • Passato il tempo di riposo, dividi l'impasto in 10 pezzi da 130 g ciascuno.
  • Pirla l'impasto sul piano in modo da formare dei panetti sodi. Lascia lievitare i panetti per qualche ora a temperatura ambiente.
  • Con l'aiuto di un mattarello stendili in forma ovale o rotonda, a seconda dei gusti. L'impasto dovrà essere alto all'incirca 5 mm.
  • Scalda il forno a 220 gradi con la placca all'interno. Raggiunta la temperatura, infornane pochi alla volta, per circa 8 minuti. Durante la cottura si gonfieranno formando così la tasca, dovranno risultare non troppo dorati.

A MANO

  • Per preparare la pita con esubero, munisciti di una ciotola capiente. Inserisci ora l'esubero e l'acqua. Con l'aiuto di forchetta sciogli l'esubero nell'acqua.
  • Aggiungi ora la farina poco per volta e inizia ad impastare. Quando si sarà formato un panetto, aggiungi il sale, il bicarbonato e l'olio. Continua ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Ci vorranno circa 9 minuti.
  • Copri l'impasto con pellicola e lascialo riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.
  • Passato il tempo di riposo, dividi l'impasto in 10 pezzi da 130 g ciascuno. Lascia lievitare i panetti per qualche ora a temperatura ambiente.
  • Pirla l'impasto sul piano in modo da formare dei panetti sodi.
  • Con l'aiuto di un mattarello stendili in forma ovale o rotonda, a seconda dei gusti. L'impasto dovrà essere alto all'incirca 5 mm.
  • Scalda il forno a 220 gradi con la placca all'interno. Raggiunta la temperatura, infornane pochi alla volta, per circa 9 minuti. Durante la cottura si gonfieranno formando così la tasca, dovranno risultare non troppo dorati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating