BOCCONOTTI CALABRESI

Vegetarian

I Bocconotti comparvero per la prima volta alla fine del Settecento, vale a dire all’epoca dell’importazione del cioccolato e del caffè. La leggenda narra che a Castel Frentano, un paesino dell’Abruzzo, una domestica per compiacere il suo padrone, goloso di questi due nuovi prodotti, inventò un dolce che ricordava una tazzina di caffè realizzando un guscio di pasta frolla che conteneva un delizioso ripieno di caffè, cioccolato, mandorle e tuorli d’uovo.

A seconda della località di provenienza, il bocconotto ha ripieni differenti:

In Abruzzo il ripieno è fatto di cioccolato, mandorle e cannella, mentre quello di Montorio è caratterizzato dal ripieno di marmellata d’uva, solitamente uva montepulciano, che viene aromatizzata con mandorle tostate e tritate, cioccolato e cannella in polvere.

In Puglia, prevede un ripieno di mandorle e amarene, mentre quello Bitontino un ripieno di ricotta e canditi e meno zucchero nell’impasto.

In Calabria, a Mormanno, è ripieno tanto di cioccolato che di marmellata e spolverato di zucchero a velo. Ad Amantea, invece, un ripieno di cioccolato, mandorle tostate tritate, zucchero, cannella e chiodi di garofano.

Un dolce tradizionale della piccola pasticceria meridionale nella sua versione calabrese. Qui troverai le varianti senza glutine, senza lattosio e vegan.

Preparazione 30 min
Cottura 15 min
Tempo totale 45 min
Portata Dessert
Cucina Italiana
Porzioni 44 biscotti

Ingredienti
  

PER LA PASTA FROLLA CLASSICA*

  • 250 g di burro freddo  (senza lattosio se intollerante)
  • 500 g di farina 00
  • 200 g di zucchero a velo
  • 4 tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bacca di vaniglia

RIPIENO

  • 150 g di confettura d'uva
  • 50 g di mandorle
  • 50 g di noci
  • 50 g di fichi secchi
  • 5 g di cacao amaro
  • 1,5 g di cannella
  • 1 g di chiodi di garofano
  • La scorza di 1 limone non trattato
  • La scorza di un'arancia non trattata
  • La scorza di un mandarino natalizio non trattato
  • La scorza di una clementina non trattata

Istruzioni
 

PER LA PASTA FROLLA CLASSICA

  • Per preparare la pasta frolla, versa in un food processor dotato di lama la farina e il burro freddo tagliato a pezzetti. Azionalo per qualche secondo finché non otterrai la sabbiatura.
  • Aggiungi ora lo zucchero a velo, i tuorli, il sale e la vaniglia. Aziona nuovamente il food processor qualche secondo.
  • Versa ora l'impasto ottenuto sulla spianatoia e lavoralo qualche istante. Forma ora un panetto e avvolgilo con della pellicola trasparente.
  • Riponi l'impasto in frigorifero per 30 minuti a riposare.

RIPIENO

  • Per preparare il ripieno per prima cosa sminuzza grossolanamente le noci, le mandorle e i fichi secchi con l'aiuto di un coltello.
  • Inseriscili in una terrina e aggiungi la marmellata, le scorze e le spezie.
  • Copri con pellicola e lascia macerare il composto per circa 2 ore.

COMPOSIZIONE

  • Imburra ed infarina gli stampini per tartelettes. Stendi la frolla e con uno stampino tondo per biscotti, più grande dello stampo delle tartelettes, taglia dei dischetti e adagiarli dentro lo stampino facendo aderire bene. Buca il fondo con uno stuzzicadenti.
  • Riempile con il ripieno di marmellata e coprile con un dischetto di pasta frolla. Schiaccia bene i bordi con le punta delle dita in modo che vengano sigillati perfettamente.
  • Inforna le tartelettes per 12 minuti a 175° fino a quando non saranno dorate. Sfornale e lasciale raffreddare.

Note

*Se la tua frolla dovesse impazzire puoi aggiungere qualche cucchiaio di albume o dell’ acqua ghiacciata.

POTETE SOSTITUIRE LA FROLLA CON CLASSICA CON LA VERSIONE SENZA GLUTINE E LATTOSIO O QUELLA VEGANA:

PASTA FROLLA SENZA GLUTINE E LATTOSIO
Check out this recipe
PASTA FROLLA VEGANA
Check out this recipe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating